La salute è la somma di tante tessere.

L’intestino tenue, sempre in movimento

L'intestino tenue

È l’organo più lungo dell’apparato digerente e ci consente di assorbire le sostanze nutritive contenute negli alimenti. Si suddivide in tre sezioni, il duodeno, il digiuno e l’ileo, ed è avvolto da una membrana, il peritoneo.

Le pareti interne sono rivestite di muscoli longitudinali e circolari che, contraendosi e rilasciandosi, mescolano il cibo con i succhi gastrici e lo trasportano nell’intestino crasso.

Alle volte quando abbiamo mal di schiena tendiamo ad attribuire alla schiena la responsabilità del dolore. Ma la causa può invece essere il nostro intestino, impegnato in tutti suoi otto metri di lunghezza a debellare le scorie risultanti da un’alimentazione poco sana. 

Un esercizio contro il mal di schiena, da svolgere regolarmente

  • Distendetevi a terra, in posizione prona e posizionate i palmi delle mani all’altezza delle spalle. Le gambe sono unite e distese. Mentre espirate, ritirate l’ombelico verso la colonna vertebrale. Durante l’inspirazione, sollevate dolcemente la testa, allungando il collo, che deve fungere da prolungamento della colonna vertebrale. Anche se il movimento è minimo, l’esercizio stimola gli organi addominali e l’intestino. Nello yoga si chiama posizione del cobra.

Bibliografia: Faller, A. (2016), Der Körper des Menschen, Georg Thieme Verlag KG, 17. überarbeitete Auflage.