Un garçon lit un livre. assurance maladie

In slitta con i bambini:
chi ha testa la protegge

«Evviva, nevica!»: finalmente tutti fuori in slitta. Ma soprattutto con i bambini bisogna fare molta attenzione alla sicurezza, perché questo sport invernale tanto amato non è privo di rischi. Leggete nel nostro articolo le regole fondamentali a cui attenervi per proteggere i vostri figli.

In slitta con i bambini: chi ha testa la protegge Ogni anno in Svizzera si registrano circa 7'000 infortuni su slitta e in circa il 60 % dei casi circa sono coinvolti bambini e ragazzi sotto i 16 anni. Quasi la metà delle persone in slittino non indossa un casco, esponendosi così a maggiori rischi in caso di caduta o di collisione. Se la testa fosse opportunamente protetta le conseguenze degli incidenti sarebbero meno gravi.

Slitta: uno sport dai rischi sottovalutati?

«Andare in slitta è facile e diverte tutti, grandi e piccini. Un’immagine idillica che tuttavia fa a pugni con i dati: ogni anno si registrano circa 7’000 infortuni dovuti a cadute o collisioni con pietre, alberi, persone o veicoli», riferisce Benedikt Heer, consulente Sport e attività fisica dell’UPI, Ufficio prevenzione infortuni. In questa intervista mette in luce i pericoli e illustra gli accorgimenti da adottare per evitarli.

UPI, Ufficio prevenzione infortuni

Signor Heer, quali sono gli errori più frequenti di chi slitta?

Spesso chi usa lo slittino non sa come comportarsi correttamente. Il fattore velocità è generalmente sottovalutato e si tende per contro a sopravvalutare le proprie capacità di guida. Il risultato sono spesso fratture e traumi cranici, fratture ossee o altri tipi di lesioni agli arti e al corpo.

Slittare è uno sport invernale che apparentemente non richiede abilità particolari: forse per questo tendiamo a sottovalutarne i pericoli?

In realtà il rischio è paragonabile a quello di altre discipline sportive invernali come lo sci o lo snowboard. Di solito però chi slitta è meno preparato perché questa attività è percepita come un puro divertimento e non come uno sport. La percentuale di persone che indossano un casco ad esempio è decisamente inferiore rispetto agli sciatori o ai boarder così come l’uso di altri tipi di protezioni. Inoltre spesso si utilizzano slitte vecchie e rigide o comunque mezzi inadeguati, difficilmente manovrabili.

Chi è maggiormente a rischio?

In particolare i bambini fino a circa otto anni riconoscono i pericoli quando è troppo tardi per porvi riparo.

Che consigli darebbe ai genitori che desiderano slittare con i figli?

  • Scegliete un luogo adatto: optate per pendii e sentieri privi di ostacoli quali muretti o recinzioni, non frequentati da pedoni, da sciatori e chiusi a veicoli a motore. Di solito è vietato utilizzare le piste da sci. Ideali sono le piste e i percorsi appositamente segnalati per slitte. Per i più piccoli scegliete discese non ripide, con un’ampia zona di arrivo e una buona visibilità, in modo da poterli sempre osservare.
  • Utilizzate il mezzo giusto: lo slittino è adatto sui percorsi da slitta ben preparati, il bob è invece ideale sulla neve morbida e sui pendii.
  • Impadronitevi della tecnica di guida e di frenata della vostra slitta.
  • Munitevi dell’equipaggiamento adatto: casco da sci e occhiali o maschera, indumenti caldi, scarponcini con un buon profilo (se il fondo è ghiacciato e duro eventualmente ramponi).
  • Attenetevi alle dieci regole di condotta.

Chi ha testa la protegge: come scegliere il casco da sci?

  • Indossate il casco prima di acquistarlo: deve calzare bene anche con gli occhiali.
  • Scuotete la testa senza chiudere il cinturino: il casco non deve muoversi bensì restare ben aderente alla testa.
  • Scegliete un modello omologato EN 1077. Un livello di protezione maggiore è offerto dai caschi conformi agli standard di sicurezza della FIS. I modelli dotati di tecnologia MIPS inoltre diminuiscono la violenza dell’urto rotazionale: Casco da sci o da snowboard – come sceglierli? 

Signor Heer, grazie per l’intervista.

 

La pista da slittino

Optate per una zona priva di ostacoli, quali muretti o recinzioni. Evitate sentieri frequentati da pedoni e sciatori o battuti da veicoli da neve e automobili. Fate attenzione anche agli incroci. Scegliete possibilmente percorsi appositamente segnalati per slittini. Per i più piccoli il luogo ideale è un pendio non troppo ripido terminante in un’ampia zona pianeggiante libera.

 

Slittare ben equipaggiati è più divertente

  • Giacca invernale, pantaloni da sci e guanti
  • Scarponcini con un buon profilo e ramponi se il pendio è ghiacciato
  • Casco da sci per prevenire fratture e traumi cranici in caso di caduta
  • Occhiali da sci
  • Slittino perfettamente funzionante
  • Slitta o slittino? Informatevi sulle differenze, i vantaggi e la tecnica dei due mezzi

 

In slitta con i più piccoli

  • È più facile guidare e frenare uno slittino che una slitta in legno tradizionale.
  • I bambini di età inferiore agli otto anni devono essere sempre tenuti sotto sorveglianza.
  • I bambini devono sedersi davanti o vicino a un adulto.
  • Sono consentite due persone al massimo per slitta.
  • Gli adulti devono essere capaci di frenare e guidare la slitta.

Con o senza bambini: non consumate bevande alcoliche prima o durante la discesa ed evitate di portare cani sulle piste da slittino.

 

Il tour 2020 di Conci sulle piste da slittino

Dal gennaio 2020 Conci riparte in tour sulle piste da slittino della Svizzera. All’insegna del motto «Le teste sagge si proteggono – anche sullo slittino» la CONCORDIA e l’Ufficio prevenzione infortuni (upi) si impegnano fianco a fianco per promuovere una maggiore sicurezza sulle piste.

Dove e quando? Saremo presenti in Ticino, nella Svizzera tedesca e romanda. Vi aspettiamo! Venite a giocare con noi e con un pizzico di fortuna potrete vincere un fantastico week-end per tutta la famiglia nella regione della Gruyère.

 

Impressioni del tour di Conci sulle piste da slittino nel 2019